venerdì 8 maggio 2009

Olè

Continuano le cene a tema tra le "solite amiche".
Questa è stata la volta della Spagna. Cena organizzata in tutta fretta ma, grazie ai consigli "giusti" si è rivelata una delle più riuscite.
E così quella sera io ho cucinato ...

La Paella di Xavier

La mejor medicina es la buena comida
La migliore medicina è il buon cibo.
(Proverbio spagnolo)


Xavier è un mio collega spagnolo, che si è rivelato "fondamentale" per la riuscita della cena.
Noi ci abbiamo mangiato in cinque:
400 g di salsiccia luganega
400 g di costine di maiale tagliate a piccoli pezzi
1 peperone rosso
1 cipolla bianca
gamberi /mazzancolle quanti ne volete (4-5 a testa)
1 retina di cozze
totani (un po')
1 seppia nera da 800 g circa
brodo o acqua
300/350 g di riso
olio evo
zafferano o nero di seppia
brodo vegetale o acqua

Sugo di base che puo' essere anche congelato
Soffriggere la carne ben bene con un po' di olio, aggiungere il peperone spellato e tagliato a striscioline e la cipolla bianca tagliata a fettine sottilissime (si deve sciogliere), aggiungere un goccio di acqua in modo che non annerisca.
Quando cipolla e peperone saranno cotti, aggiungere la seppia tagliata a striscioline. Xavier mi aveva consigliato di tenere anche le interiora e il nero che davan sapore/colore ma io l'ho comprata già pulita....
Aggiungere anche il totano tagliato a cubetti; eventualmente aggiungere un po' di acqua per cuocere bene il pesce.
Quando la seppia è cotta e risulta morbidissima il sughetto base è pronto e puo' essere anche congelato.

A parte soffriggere in olio i gamberi interi a cui avete tagliato le antenne e cuocere le cozze (io le ho fatte cuocere con olio e aglio col coperchio fino a che non si sono aperte).

Al sughetto base aggiungete il riso e tostatelo. Il riso. Ecco io ho usato il Carnaroli, poi ho letto che il Vialone nano va molto bene, dovrò fare ancora un po' di prove per capire quale sia quello giusto da usare.

Aggiungete poi il nero di seppia o lo zafferano e il brodo tutto in una volta in modo che copra appena appena il riso.
Cinque minuti prima di fine cottura, cioè quando il riso non verrà più toccato, aggiungere le cozze (a cui avrete tolto una parte di conchiglia) ed i gamberi.
Io ho fatto la paella nel wok perchè era la padella più grande che avevo ma il mio dell'ikea è veramente troppo sottile e il riso tende ad attaccare quindi... il prossimo acquisto sarà una vera padella per paella!

Grazie Xavier!

Nei prossimi post: la Sangria di Michela, la Tortilla de patatas di Paola, il Polpo alla Galliega di Claudia e le Empanadas e la Torta spagnola di patate di Mirka!

2 commenti:

Giò ha detto...

è tantissimo tempo che non faccio la paella, l'ultima volta ho fatto la versione con pesce e verdure ma quella classica è la mia preferita!mi hai fatto venire una voglia...brava!

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Si è verificato un errore nel gadget