venerdì 27 giugno 2008

L'aggiornamento

Mancano 2 mesi.

L'evento si avvicina. Le partecipazioni sono pronte per essere consegnate. Nonostante fossi partita in tromba per farmele fare in tipografia, non trovando nulla di mio gradimento, alla fine ho deciso di farmele da me e sono abbastanza soddisfatta! Sono in fibra di Abaca naturale e, naturalmente, alla mamma non sono piaciute granchè.

La mamma. La disturba il fatto che io voglia "sempre far le cose diverse dagli altri!" (parole sue). In effetti vediamola dal suo punto di vista: prima me ne sono andata a viver da sola dopo aver mollato il fidanzato, poi ho fatto un figlio senza esser sposata, poi ho deciso di sposarmi in Comune, inoltre, per la cerimonia, ho scelto un abito NON bianco (e, soprattutto, non ho voluto che me lo confezionasse lei per essendo una sarta fantastica; ma io sono la sua peggior cliente...), le partecipazioni "sono un po' strane", le bomboniere "insolite"(no agli oggetti che sarebbero finiti in un cassetto), il ricevimento sarà a base di Finger Food e chi più ne ha più ne metta......
Ma in fondo, spero sia felice.

Intanto ne approfitto e mi faccio un goccetto con questo liquorino che ho preparato lo scorso anno ma che ha i colori giusti dell'evento.

Liquore di lillà


La ricetta l'ho presa in prestito da Marinella.
Ho furtivamente sottratto alla pianta di lillà della nonna 6 bei grappoli di lillà, molto profumati.
Il primo giorno, al mattino, ho messo i primi due grappoli di fiori in infusione in mezzo litro di vodka. Li ho lasciti lì fino a sera e poi filtrati per togliere i primi fiori. Ho aggiunto i secondi 2 grappoli, lasciato in infusione fino al mattino dopo, tolti e, infine sostituiti con gli ultimi due grappoli. Li ho lasciati fino a sera e ho filtratro.
A questo punto ho preparato uno sciroppo con 300 grammi di zucchero e un bicchiere di acqua, scaldando il tutto sul fuoco fino a completo scioglimento dello zucchero.
Una volta freddo l'ho aggiunto all’alcool aromatizzato, mescolato bene e imbottigliato.
Prima di consumarlo bisogna lasciarlo riposare almeno 1 mesetto.
Ne esce un liquore profumatissimo, magari un po' dolce.

Il prossimo aprile non dimenticate di raccogliere i lillà.....

8 commenti:

Anonimo ha detto...

E invece a noi amiche piaci proprio perchè sei così. Un bacio. Paola

Magnolia Wedding Planner ha detto...

tesoro invece è quello che predico sempre lo sai vero? :-D
ho letto tutto ma sono stata impegnata tutto il we quindi porta pazienza un paio di giorni che ti rispondo ..comunque tutto di mio gradimento cara :-D
bacione
Silvia

Fra ha detto...

L'importante è che quello che fai dia gioia a te e al tuo futuro sposo. Magari non è facile scontentare la mamma, ma sono sicura che quando vedrà la felicità stampata sul tuo volto il giorno fatidico dimenticherà questi piccoli scontri organizzativi
Un bacio
Fra

Lalla ha detto...

tesorooo so che vorresti l appog di tua mamma ma spesso loro vedono le cose in maniera diversa dalle nostre con occhi di altri tempi e ci vedono un pò fuori dagli schiemi e dalle regole....

se vuoi un mio parare quell invito è stupendooo e rispecchia quello ceh sei tu e il tuo futuro marito...
quindi anche se terrà il broncio per qualche giorno... il matrimonio deve rimanere impresso nella memoria tua del tuo sposo e del tuo piccolo angelo!

monica ha detto...

Resisti, e fai quello che ti piace!
Se proprio proprio devi, tieni conto del parere del futuro sposo...
Baci. Monica

Il tortellino ha detto...

Grazie 1000 a tutti, i vostri commenti mi fanno rinascere!

Roxy ha detto...

Se sei felice tu lo sarà anche lei! Baci

Anonimo ha detto...

beh direi che la tua mamma è in netta minoranza...le vostre partecipazionisono bellissime e vi ripecchiano.....vedrai che entro settembre anche la mamma apprezzerà..oltre a già tutti quelli che l'hanno ricevuta....
Non vedo l'ora di festeggiarvi il 6 settembre!
Isabella

Si è verificato un errore nel gadget