mercoledì 26 settembre 2007

Ricordi in un barattolo

Agosto, lo possiamo dire, non è certo il mese migliore per una vacanza sulle Dolomiti; il tempo è talmente volubile da impedire qualsiasi programmazione.
Noi siamo stati fortunati, su 5 giorni di vacanza, solo 3 giorni di pioggia...
Ma che importa quando trovi una sistemazione perfetta?
Nonostante il cattivo tempo, il soggiorno è stato molto gradevole perchè è stata una splendida occasione per conoscere l'Agritur Corradini di cui eravamo ospiti, situato nel cuore delle Dolomiti a Castello di Fiemme.
Monica e Nicolò Corradini accolgono i loro ospiti in un'atmosfera talmente familiare che ci si sente subito a proprio agio, come a casa. Producono foraggio per l'alimentazione di mucche e capre, coltivano patate, ortaggi biologici, piccoli frutti e ... LAMPONI.
Decine di cestine di lamponi venivano raccolte ogni giorno e proposte agli ospiti sotto forma di succo, marmellata o al naturale, appena raccolti e gustosissimi. E di gustoso ogni sera c'era la cena, preparata con ingredienti prodotti dal loro orto, piatti originali, con un occhio attento alla tradizione Trentina.
Così quando nel numero di Settembre di Sale & Pepe ho visto questa ricetta ho colto al volo l'occasione per provare la preziosissima MARMELLATA DI LAMPONI, acquistata in Agriturismo e ricordo di quei giorni passati a Castello di Fiemme.
Tenevo la marmellata per un occasione speciale come poteva essere questa fantastica

Linzertorte

Se come il viso,
si mostrasse il cuore.
(Ariosto)



150 g farina - 160 g burro - 150 g mandorle in polvere - 150 g di zucchero - 3 tuorli sodi - mezzo limone non trattato - cannella in polvere - chiodi di garofano in polvere - 250 g marmellata di lamponi

1 Mescolate le mandorle in polvere alla farina, disponete il mix a fontana sul piano di lavoro, mettere nel centro i tuorli sodi passati al setaccio, lo zucchero, 150 g burro a fiocchetti, la scorza del limone grattugiata, 1 cucchiaino di cannella, 1 pizzico di chiodi di garofano, il succo del limone e 1 pizzico di sale.
2 Lavorate velocemente gli ingredienti, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela nella parte meno fredda del frigo per 2 ore.
3 Stendete la pasta allo spessore di mezzo cm scarso (attenzione, è molto friabile!) e foderate con la sfoglia 1 stampo a cerniera del diametro di 20 cm imburrato col burro rimasto; punzecchiate la superficie con la forchetta e stendetevi la marmellata.
4 Lavorate la pasta avanzata tirandola in 1 sfoglia alta mezzo cm, con 1 rotella dentata tagliatela a strisce larghe 1 cm e disponetele sulla torta formando 1 grata.
5 Cuocete in forno caldo a 180°C per 35 minuti, sfornatela e fatela raffreddare prima di sformarla.

Per i miei gusti, è un tantino troppo dolce, ma la pasta deve contrastare il gusto aspro dei lamponi...

1 commento:

Roxy ha detto...

Se ti va ti ho invitata ad un meme!
Complimenti per la torta! Baci

Si è verificato un errore nel gadget